Dove sono (e dove sono stata)

Sono qui.Più o meno2014-03-06 21.02.34-2.

Ho corso tanto in questi mesi. Ho fatto tanti conti, con la quotidianità, con i soldi e con me stessa.

Ho lavorato tanto, perché siamo la metà dello scorso anno e da fare tanto o poco che sia, se sei in meno ne hai sulle spalle di più. Ho fatto belle esperienze, diverse, per certi versi anche faticose. Ho passato momenti difficili ed altri più spensierati.

Ho delegato di più a mio marito, il pediatra, la spesa, fare la doccia ai bambini. Ed il mondo non è crollato.

Ho avuto voglia di stare un pomeriggio all’aria aperta con i miei figli. Ed il mondo non è crollato.

Ho stirato, pulito, lavato. E grazie, di cuore, alla mia mamma che quando la pila dei panni da stirare diventa troppo alta magicamente li trasforma.

Ho preparato mazzi di mimose per bambine di 4 anni. Ho fatto riunioni con genitori e parlato con le maestre.

Ho disegnato dinosauri. Ho giocato a calcio e messo cerotti.

Ho asciugato lacrime: le mie e quelle dei miei figli. Ho risposto alle loro domande, ai loro infiniti perché.

Ho inventato storie di esploratori, di dinosauri, di draghi, di principi e principesse.

 

Ho comprato rotoli di carta per la scuola.

Ho fatto la doccia a mia nipote e pettinato i suoi capelli color oro.

Ho cantato, giocato ad “un due tre stella” e a nascondino.

Ho fatto la mamma. E lo vorrei fare. Di più.

 

La conciliazione non esiste.

Buona primavera! 

 

 

 

Annunci