Cari Auguri

foto (16)Aspettate, prendiamo fiato. Ci siamo appena alzati dal pranzo di Natale che già ci domandiamo cosa faremo e cosa mangeremo per Capodanno. Non lo so non ho idea, non ci voglio nemmeno pensare. Prima di tutto vorrei smaltire questi chili in più che mi si sono attaccati al fondoschiena e ai fianchi in questi giorni di festa. In cui mangiare e bere, diventano un lavoro, più che un bisogno primario.

Aperitivi, antipasti, primi, secondi, quattro o cinque contorni, frutta di stagione e non, dolci di Natale e non. Quando sparecchi il pranzo è l’ora di iniziare ad apparecchiare per la cena.  Continua a leggere “Cari Auguri”

Annunci

Il nostro Natale

Il nostro Natale è stato frenetico, la sera della vigilia io e il Mari abbiamo fatto nottata a montare i regali per i twins. La mattina del 25 ci siamo svegliati con un’insolita e piacevole calma, preludio del macello del pomeriggio.

Il pranzo a casa di mamma è stato caotico come pensavo. Bisnonni, nonni, mamme, babbi e nipoti, tutti sotto il solito tetto: dai 15 mesi agli 82 anni c’erano quattro generazioni. Il livello di inquinamento sonoro ai massimi storici.

Però bello, caldo, confusionario e anche stressante, ma in questi momenti si capisce che siamo veramente una grande famiglia. Naturalmente non sono mancati gli screzi, anche a Natale, l’egoismo ha regnato sovrano e mi è dispiaciuto molto vedere mia mamma dovere ancora una volta incassare.

Ma almeno, per questa volta, ha detto ciò che pensava, alle sue figlie e alle sue sorelle e questo secondo me è stato importantissimo, al di là dell’essere o meno a Natale…il Natale rende più buoni (non in tutti i casi) ma non deve rendere certamente coglioni.

Il pomeriggio siamo stati al Presepe Vivente, una bella iniziativa che da qualche anno viene organizzata nel nostro paesino. Ed è stato un bel momento di magia…
Babbo Natale è stato generoso, sia con me che con i goielli, ma il più il regalo è vedere crescere loro giorno dopo giorno, insieme al Mari.

Sono veramente fortunata, questi giorni mi sono serviti a capire tutto questo

 

Ossigeno, please!

Sono con il fiato corto, ma ci sono, insomma, la mia presenza sul blog è più che altro un’assenza, ma ci sono. Nell’ultimo periodo ho preso alcune decisioni importanti,  in realtà sono delle stupidaggini, ma per me sono stati momenti di riflessione.

Prima di tutto, non riuscivo più a sopravvivere al ritmo figli, casa, lavoro. stai dietro ai bimbi, lavora otto ore e poi pulisci casa. Per questo motivo ho preso una signora che da circa tre settimane mi aiuta in casa. Soprattutto stira che per me è un gran peso in meno.

Ho scelto di spendere qualche soldo così, in modo da essere più tranquilla e rilassata quando sono a casa e potermi, di conseguenza, godere i miei figli per più tempo e   senza pensieri del dovere fare…

Seconda cosa, ho comprato i regali di Natale ai twins, un cavallo a dondolo e uno xilofono di legno. Secondo me sono proprio carini, speriamo che loro li apprezzino e che non li distruggano subito come fanno con tutto quello che trovano a portata di mano.

Per quanto riguarda la gestione dei friccichi, al situazione è drammatica. Non camminano, ma corrono, Lorenzo è stato al Pronto Soccorso eprchè si è tagliato vicino al sopracciglio, Leonardo invece sbatte la testa da tutte le parti, fino a un paio di giorni fa era un unicorno, ora c’ha proprio un bel paio di corna.