Mica puoi avere tutto dalla vita

Rinuncia. Ho capito il vero significato di questa parola dopo la maternità. Perchè prima potevo rinunciare, certo, mica mi sono sempre potuta e voluta concedere tutto. Per tante questioni. E anche perché magari fin da piccola ti ripetono che “mica puoi avere tutto dalla vita.” Ma tutto cosa? Che poi quando ero piccola quello che desideravo di più era quella fottuta cartella di Barbie che non mi fu concessa. 

E non puoi avere tutto quando la tua migliore amica te lo mette in tasca, ti prende in giro e invece che venire in classe con te alle superiori decide di andare con un’altra. Che poi nemmeno è una qualunque, è quella che insieme a te si gioca il ‘titolo’ di prima della classe. E non puoi avere tutto anche quando il ragazzo che ti piace non ti fila per niente. E ti senti come un bambino davanti alla vetrina di Toy’s, quello stesso bambino che poi da adulto è entrato dentro al negozio e si è tolto lo sfizio di concedersi quel giocattolo che tanto desiderava.

Col cavolo, quindi, che mica puoi avere tutto dalla vita.

Il fatto è che le cose vanno in due direzioni: quelle che prescindono da noi e quelle che non prescindono da noi. E quando diventi genitore anche quelle che non prescindono da te, ma prescindo i tuoi figli, prescindono anche te. Un gioco di parole subdolo e intricato così come il pensiero che ho in testa e non sono nemmeno convinta di averlo formulato nella maniera corretta. Perché con il cavolo che la questione di concedersi qualcosa in più – che altro non è che un po’ di tempo per se stessa o semplicemente per  dare tempo e spazio alle proprie passioni –  soprattutto per una mamma è soltanto diretta conseguenza del binomio organizzazione-cura di sé.

Metteteci la sfiga, le coincidenze, il fatto che i nostri fine settimana sono ristretti, molto spesso devo per forza rinunciare a cose che farei volentieri. Sarà che ieri è successo un’altra volta, l’ennesima, dovere dire NO, guarda, non posso esserci, purtroppo il sabato mio marito lavora, i miei quel sabato partono (giustamente) per un viaggio. Non so dove parcheggiare i twins, detta in parole povere.

Sì, lo so, potrei/dovrei avrei dovuto/potuto organizzarmi (da tempo) con una babysitter, ma purtroppo la questione è più complicata al punto che sarebbe opportuno dedicare una serie di post a riguardo. Lo farò, presto. Intanto mi gusto ancora una volta quel gusto un po’ amaro della parola rinuncia e ne comprendo sempre più profondamente i suoi significati. 

Annunci

8 pensieri riguardo “Mica puoi avere tutto dalla vita

  1. Cioé “non mi piace” che tu debba sentire il disagio di una situazione simile. Coincidenza, ieri mi è capitato qualcosa di simile, ma con pochi margini di rinuncia. L’imperativo è organizzati!, ma non basta. L’organizzazione deve anche essere perfetta. E anche io assaporo un retrogusto amaro. Beh, mammalolla, in alto i calici e cin cin!

  2. Ma per ogni rinuncia tante conquiste… Solo gli amici veri ti rimangono accanto e quando riesci a ricavarti quei minuti solo per te, ma come sono goduti!!!!
    Duro il mestiere della mamma… Alle volte penso alla mia che diceva, fare figli non è niente, ma a crescerli… lì si che ci son difficoltà, Santa donna baci baciotti

  3. passioni? tempo libero? qui son già conquiste ritagliarsi mezz’ora sotto la doccia per lavarsi i capelli e deforestare…poi i miei figli mi chiedono “mamma perchè tu non metti mai lo smalto?”. Non so, forse per consolarmi attendo quel momento in cui i miei andranno finalmente in pensione e si avvicineranno a noi….sempre che non facciano prima i twins a prendere la patente! 🙂

  4. arriva l’estate e il mare chiama…ma come fare con 2 gioielli di 2 anni vispi e curiosi alla scoperta del mondo?il marito lavora…i nonni sempre disponibili hanno il diritto di riposarsi…e io, testarda come sono, so che ci proverò…toccherò con mano l’esperienza. Sono fatta così, devo provare, ce la fanno tutte e noi mamybis non siamo da meno!
    e se capirò che è umanamente impossibile far nuotare 2 bimbi contemporanemante senza che nessuno bev troppa acqua…allora dovrò dire “no” agli incontri tra mamme e bimbi al mare e resterò in attesa di 2 mani in più per portare i miei tesori a sguazzare tra le onde e contare gabbiani e barchette…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...