Evoluzioni linguistiche e segni di prepotenza (verbale)

Interno casa, ore 8.30 della domenica mattina. Facciamo colazione, io e i twins, il Mari si prepara per andare a correre.

Io: Leonardo, per favore, bevi un po’ di latte…

Leonardo: Ehi te, penscia pe tte, penscia a fare la tua colacione. Vai a cedere e bevi tuo latte…

Io: O_O

Interno casa, ore 20.30. I pargoli giocano sul tappeto in salotto

Io: Leonardo, andiamo a metterci il pigiama

Leonardo: No! Pecchè io volio ancora tare qui. Mi lasci in pace??? Vai via te. Vai là. 

Camera da letto, ore 8:30. Questa mattina.

Io: Leo, amore svegliati, è tardi dobbiamo andare a scuola.

Leonardo: Ehi, ma lo capisci che io volio ancola dommile? Vai di là, poi arribo. 

Insomma, il ragazzo si fa sentire. Io resisto e a volte lascio correre, altre lo riporto all’ordine facendogli notare che i toni sono un po’ troppo alti.Ogni fase di crescita ha i suoi momenti critici, mettiamola così…

Buon lunedì di sole a tutti voi.

Annunci

2 pensieri riguardo “Evoluzioni linguistiche e segni di prepotenza (verbale)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...