Eppure basta così poco per essere sereni

Eppure basta così poco per essere sereni. In questi giorni di terremoti, momenti in cui capisci che qualcun’altro può decidere per te. Quando non hai il controllo sulle cose. Eppure basta poco per essere sereni. Una giornata senza gli orari dei treni, degli uffici delle coincidenze al secondo per non rischiare di perdere il controllo sui soliti ritmi frenetici.

Un fine settimana al mare, in albergo. Il mare, quello della Maremma. Tu e la tua famiglia. Ma non è sempre domenica, non è sempre l’insolito week end libero del Marito, non è sempre la possibilità di andare due giorni via dalla routine quotidiana. Perché poi arriva il lunedì e la settimana ricomincia, ricomincia quel ritmo che ti aliena, quel tempo che non ti offre nemmeno la lucidità per pensare, scrivere, progettare. Quel tempo che ti appiattisce idee e pensieri.

Domenica giocavano sulla sabbia. Li guardi e vedi che rispetto allo scorso anno tante cose sono cambiate, tante cose migliorate altre ancora un po’ meno. E la strada da percorrere è e sarà ancora lunga, che tu sei stanca dei loro capricci e dei loro continui “no”, ma ancora ci sono e ci saranno, perché la loro unione fa la tua stanchezza ma è anche la tua forza.

Perché poi decidi – vista la stagione – che è giunto forse il momento di iniziare a togliere il pannolino. E ti inventi mille modi per intrattenerli sul vasino, la canzone della pipì, marcondiro dirondello, spieghi loro che ormai sono grandi e che non ne hanno più bisogno. Tutto questo mentre la cena è sul fuoco, tutto questo mentre loro piuttosto che stare seduti lì preferiscono vedere il cartone di Rapunzel. Sì perché c’è il cavallo “Massimusse” che li fa impazzire e che fa sorridere anche te, perché un equino che si comporta come un cane alla ricerca di un ladro è semplicemente geniale.

Tutto questo mentre tuo marito ti chiama perchè il treno arriverà con 40 minuti di ritardo e tu devi gestire il cucinare la cena-bambini sul vasino – andiamo a lavarsi le mani e a tavola in completa autonomia senza perdere quella poca pazienza che alle otto la sera inizia davvero a scemare e quella lucidità che ti consente di essere organizzata.

E a quel punto ti senti insicura, come spesso mi succede quando sono sola con loro. Eppure basterebbe poco per essere sereni, sentirsi capace di farcela, anche da soli.

Annunci

2 pensieri riguardo “Eppure basta così poco per essere sereni

  1. … con due gemelli? Dai anche io in questi giorni di delega al marito perchè la panza avanza ho avuto spesso attacchi da inadeguata e insicura… che da sola non ce la fo. “E te credo!” ha sentenziato mia madre (wonderwoman) dai capelli grigi e se lo dice lei… ci possiamo credere. e’ meglio in due… con due gemelli alle prese col vasino. all’epoca noi eravamo due eppoi 4 con i nonni.

  2. Non ti abbattere! Passa… Io invece preferisco gestire i miei bimbi da sola ( 4 e 8 anni) piuttosto che con la mia metà, che x inciso non c’è mai (x lavoro) e che quando c’è pone ostacoli e problemi ogni 2×3! Ogni sera li vado a prendere a scuola alle 18.00 circa, li lascio a giocare nel parco della scuola fino alle 19.00, poi a casa, tutti doccia e cena e non i 4 salti in padella, loro le piccole belve mangiano tutto (ma proprio tutto e x fortuna sono buon gustai e a me piace cucinare). Poi tele, giochi da tavolo, pigiama e nanna. Ore 21.30 arriva il papi, bacio e a nanna con mamma che racconta una storia x uno. Ogni tanto sono stanca…..ma va bene così.
    E loro hanno imparto, sono bravi, non fanno storie.
    P.S. stasera devo occuparmi della bimba di una mia amica e un’altra si è invitata a cena con le sue 2 pesti!
    Evviva l’allegria! In fondo è bello stare insieme….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...