Mamme lente versus mamme veloci

Qualche giorno fa ho letto un articolo su Donna Moderna che mi ha fatto veramente del bene. Al momento non ricordo nè il nome dell’autore, nè il titolo specifico, ma trattava un argomento a me carissimo: la vita da mamma e il suo rapporto con la vita sociale. Sì, perchè uno degli eventi più importanti che investono la vita di una donna che diventa mamma è proprio il fortissimo cambiamento che il bambino impone, in un certo senso, alle relazioni sociali per un periodo abbastanza variabile che dipende, a mio avviso da una serie di fattori tutti fortemente e strettamente personali correlati anche alla natura e al carattere della neo mamma.

Io ammiro quelle famiglie, quei genitori, quelle coppie soprattutto nordeuropee (?), che in questi giorni animano le passeggiate fiorentine, con 4 o 5 figli anche piccolissimi al seguito. Li ammiro perché io non ho avuto questo spirito di avventura.
Ricordo sempre con un sorriso quella famiglia che in Versilia,  penso una decina di anni fa, era al tavolo vicino al nostro: una figlia di 4, uno di 3 e una di 8 mesi, tutti a tavola insieme. Tutti sporchi di spaghetti al pomodoro, tutti e tre indipendenti, tutti e tre lasciati al loro piatto di pasta, ognuno con la sua enorme forchetta, in bilico sulla sedia troppo bassa, tutti e tre vestiti di bianco, un bianco che man mano che mangiavano diventava meno bianco. La più piccola, giusto lei, ogni tanto veniva aiutata dalla mamma.

Ritornando all’articolo che metteva a confronto due pareri distinti, uno “lento” e l’altro “veloce” mi ha colpito e mi sono rivista nelle considerazioni di quello “lento” (sia mai che faccia una scelta spericolata io, eh!) sul rapporto mammità vs vita sociale: i figli ci obbligano ad un’intesa vita sociale costituita dal rapporto continuo con loro. E questo è vero, quindi, l’autore poi continuava: perchè cercare di passare serate con gli amici se dobbiamo stare in ansia, attaccati al cellulare, e stanchi perché ormai siamo abituati ad altri ritmi?  Su un’altra cosa dell’articolo sono d’accordo: se la vita sociale di una mamma è così intensa, dovuta alla presenza continua dei bambini, sono preziosissimi invece dei momenti di silenzio e solitudine, in cui leggere, scrivere, dedicarsi a qualcosa che ci piace veramente.

Con questo non voglio dire che chi esce a far baldoria sia da criticare, anzi, io vi ammiro ancora di più, il parere, il contradditorio diciamo rispetto al citato articolo, “veloce” scritto da una donna su questo argomento invita proprio le mamme ad uscire, vedere le amiche, organizzare fughe romantiche con il compagno.

Ma, personalmente, mi rivedo molto nel primo “profilo”. Sono, sarò, diventerò un’asociale? e voi che mamme siete, lente o veloci?

PS: appena recupero l’articolo giuro che lo pubblico.

Buon fine settimana, sia che siate mamme lente che mamme veloci! 🙂

Annunci

7 pensieri riguardo “Mamme lente versus mamme veloci

  1. mamma lenta, lentissima! mi fa una fatica organizzare la serata, pensare dove e con chi lasciare i bambini, lasciare pronto tutto l’occorrente per loro, fare minimo 60 km di macchina per andare in città, tornare tardi e sapere per certo che la mattina dopo si sveglieranno ancora prima del solito…e poi diciamocelo…ma tutto sto tempo libero??? che già per lavarmi i capelli e farmi una doccia devo aspettare che loro dormano (sennò ultimamente entrano direttamente vestiti in doccia con me!) lasciando perdere l’ambizione di truccarsi un po’ e dare un senso alla matassa sopra la testa che non sia quello del getto casual del phon! e se mi avanza una mezz’ora la più grande trasgressione che si sia per me…godermi il silenzio, stendermi comoda comoda sul letto a leggermi un libro o a guardarmi un film con il marito (che ultimamente non ce la faccio neppure più ad accendere il pc la sera).
    buon fine settimana anche a te!

  2. stasera era in quasi programma una serata fuori, fra coppie senza amici, cena e una specie di disco, parcheggiando il piccoletto dal nonno verso le 21 per andarlo a riprendere verso le 24.
    la serata non per causa nostra è saltata. alla fine non sai quanto sono contenta di stare in casa in tuta a coccolare – e sopportare – il piccoletto.
    decisamente mamma slow. ma tanto va di moda, no?
    baci e buon finesettimana

  3. allora ho ritrovato l’articolo. Si intitola “Figli piccoli e niente vita sociale: come uscire dal tunnel”. La visione “lenta” è di Maurizio Ferraris, quella “veloce” di Chiara Grandin, lo trovate sul n. 17 anno XXV del settimanale Donna Moderna.

  4. Per natura sono una donna veloce… non posso proprio stare ferma e se ci sto significa che non sto bene.
    Loro a 3 mesi fuori per week end lungo, nottate in sala di registrazione, sonni al ristorante, poi a 12 mesi volo transoceanico per andare a trovare la mia zia preferita, e via così strada delle fiabe in germania, boat house in francia, e molte altre vacanze in macchina e non. Pomeriggi fuori, mattinate al parco. Grazie ai nonni poi possiamo uscire senza di loro una volta a settimana anche da soli. Siamo fortunati, moltissimo, amano girare, conoscere e incontrare nuova gente e nuovi posti, però penso che sia anche merito nostro. FIn da piccoli hanno dormito con rumori e gente nell’altra stanza, rispettando i loro orari, ovviamente però uscire era parte integrante della vita. Erano due gemelli, io uscivo da sola senza problemi.
    Forse a volte avrei dovuto fermarmi… avrei anche voluto, ma non sono capace. Per cui so già che da adolescenti… saranno posapiano per ribellione, ma fino ad allora la lentezza non ci apparterrà.
    Ho molte amiche lente e ci incontriamo nei fine settimana, spesso da loro, sfottendoci a vicenda.
    Che dire? Mi sembra molto un dibattito da giornalisti, ognuno è come è… e va bene così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...