Manovra facta est

Bene, manovra facta est.

Non si parla d’altro, anche l’assoluzione di Alberto Stasi in appello è passata in secondo piano in questo Paese che si nutre di storie di questo genere.

Io non andrò mai in pensione, mio marito sta pensando seriamente a cosa/come fare per garantire (?), prospettare (?) un futuro decente ai nostri figli.Angy ha scritto un bellissimo post a questo proposito che invito tutte a leggere, in cui con poche e semplici parole spiega quello che sente. Parole e sensazioni, pensieri e suoni in cui mi rispecchio totalmente come mamma, come donna che lavora, come figlia.

Ogni giorno esco di casa con la tranquillità di  contare sull’appoggio dei nonni (che per fortuna sono andati in pensione in tempi non sospetti) che stanno con i bambini, si occupano di loro evitando così di pagare asili nido, tate, babysitter. Cosa che non so se potrò fare con i miei nipoti. Ed insieme a questa ho la sensazione che molte altre saranno difficilmente riproponibili tra una ventina di anni. La mia generazione vive molto spesso su ciò che la precedente ha creato, prodotto, messo da parte, investito e risparmiato: nel mio caso i miei genitori. Chissà cosa noi riusciremo a fare per i nostri figli.

A me non importa sapere se e quando andrò in pensione, in questo momento mi preme molto di più il futuro di mia figlia. Non mi ricordo chi tra i followers di twitter ha scritto questa frase, ma leggendola mi ha fatto riflettere proprio sul gap che esiste tra noi e chi ci ha preceduto. Un gap che non si può esaurire dicendo che “erano altri tempi”, secondo me è qualcosa di diverso, una questione di opportunità che forse non siamo in grado di cogliere? o forse in alcuni casi siamo un po’ bamboccioni…? 😉 Non penso che nemmeno questa sia la risposta. 

Poi vedi cose di questo tipo e ti viene un nervoso…

Annunci

Un pensiero riguardo “Manovra facta est

  1. Create una pensione integrativa o voi giovani di oggi….
    che triste verità in questo periodo per me nero, anzi più adeguato il color marrone, più verosimile… avrei anche piove sul bagnato o non c’è mai fine al peggio… ma mi piace anche guardare il bicchiere mezzo pieno, pensieri scomposti di momenti difficili…

    Alla suocera una sciarpa e dei guati???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...