Cari suoceri

Cari suoceri,
è giunto il momento di fare il bilancio della situazione, dell’inesistenza del nostro rapporto e della vostra evanescenza nell’essere nonni.

Sì, lo so, 150 km di distanza sono molti, soprattutto per due persone che lo scorso anno hanno venduto un’attività e sono in pensione, percorrerli ogni tanto, diventa davvero un miraggio.

Sì, lo so, il mio carattere non è facile, sono cocciuta come direbbe vostro figlio, sono testarda e orgogliosa, ma anche se non è bello fare paragoni, se guardo voi e poi analizzo il comportamento dei miei genitori, mi viene spontaneo ringraziare non so chi e cosa per avere una famiglia come la mia.

E con questo non cerco giustificazioni, nè scuse al mio modo di essere ed ho promesso a vostro figlio di “cercare di migliorare ed essere meno intransigente nel rapporto con voi”.

Ma analizziamo il tutto:
Non ce l’ho con voi perchè non ci avete MAI aiutato da nessun punto di vista. Economico, facciamo come possiamo e nella miglior maniera che riteniamo opportuna, certo che sarebbe assurdo pretendere qualcosa da voi, perchè proprio la generosità non vi appartiene ma, questo ve lo dico, se non ci fossero stati i miei sarebbe stato un incubo.

Dal punto di vista economico, in 10 mesi di vita la generosità nei confronti dei vostri due nipoti (primi nipoti e unici al momento) è stata vicina allo zero, ma non mi dispero perchè già mi avevano avvertito che sarebbe stato così.

Dal punto di vista affettivo e umano, perchè per quel poco che vi conosco, capisco perchè vostro figlio ha preferito andarsene di casa e continuare ad abitare a 150 km da voi.

Ma siete i suoi genitori e vi porto rispetto per questo… forse non vi hanno insegnato ad amare.

Mai una telefonata per sapere come stanno i piccini, siamo stati al mare e non vi è venuta nemmeno la curiosità di sapere cosa combinavano i friccichi. Siete pronti sempre a dispensare giudizi e consigli, quando non conoscendo la nostra quotidianità non sapete niente dei vostri nipoti e di vostro figlio.
Non ce l’ho con voi per tutto questo, ce l’ho con voi per l’aridità dei vostri sentimenti, per la vostra ingenerosità, per la vostra chiusura mentale.

Ma tutto sommato mi dispiace per voi, non sapete cosa vi state perdendo…

PS: Ho scritto questo post dopo lunghe riflessioni e visto che mi hanno detto che l’ultimo era piuttosto mieloso…ecco, quale cosa migliore se non parlare dei miei amati suoceri? E’ stata un’ottima valvola di sfogo.

Annunci

15 pensieri riguardo “Cari suoceri

  1. Adesso che lo sono sò che ci sono persone che possono esserlo e persone che non riescono ad esserlo,
    si non è facile il ruolo del genitore…

    C’è chi si rifà con i nipoti,
    ma esistono le eccezioni alle regole.

    I genitori del mio compagno avevano ben chiaro come avevamo deciso di chiamare nostro figlio, una pensava Giorgio l’altro Ulisse…
    vicino a Giulio vero???!!!

    Non ti arrabbiare per fortuna ci sono le nonne materne…

  2. primo auguri fricchi…
    secondo i miei suoceri sono molto disponibili anche economicamente parlando….sono presenti….ma a volte troppo….tutto troppo…troppi consigli, troppi regali, troppe cene, troppo cibo…..però si mi hanno aiutato!!!e ai tuoi…bhè meglio stiano laggiù!!!!!!!!!!!

  3. fortunatamente mia suocera (mio suocero è passato a miglior vita) non ha alcuna voce in capitolo…non si vede, non si sente, non ci manca. ma quando sento mia cognata che mi dice “la nonna soffre tanto all’ospizio senza vedere le nipotine, parla sempre di loro”…mi verrebbe da mandarla sonoramente affhagsg&%…sono spietata, lo so, ma da quando si è presentata a casa mia con regali per le gemelle e niente per carolina, l’ho depennata dal loro albero genealogico.

  4. @cate: potevi chiamarlo Giulisse almeno li accontentavi entrambi…J

    @diana: sarebbe ottimale una via di mezzo tra il TROPPO e il TROPPO POCO/ QUASI NIENTE…

    @polly: mi viene da dire “non c’è mai limite al peggio”… Comunque una cosa simile l’hanno fatta pure loro: regalare ai bambini un unico porta pigiama (regalo utilissssimoooo), perché tanto va bene per entrambi i “potti” (dialetto spoletino, leggi “bambini”). Li ho fuliminati “Eh infatti anche noi usiamo un unico pannolino per entrambi i bambini…” Ma tanto non ci arrivano!!!!

  5. uao, che coraggio…. se non dico a mia cognata che ho aperto il mio blog…tra un pò mi sfogo così pure io 😀 xò mio marito lo sa…mah comunque bravissima, io lo dico sempre meglio pochi ma buoni e vale per tutti compresi i parenti. Nel mio caso santi subito i miei genitori e per mio suocero ha già dato con mia nipote di attuali 5 anni, quando sono arrivati i miei era già saturo…che fortuna eh?! mia suocera non c’è + pace all’anima sua penso che sarebbe stata una super nonna, non vedeva l’ora di avere nipotini ma purtroppo non ha visto neanche mia nipote….. saluti
    AH ti ho linkato come mamma gemellare non ti voglio perdere….. ciao ciao, ah mi sono anche followerrata (lo so non si dice così ma chissene…)

    1. Ti ho aggiunta anche io alla blogroll…
      io non ne potevo più, allora per capire se sono io che sbaglio in qualcosa ho deciso e mi sono detta “scrivilo ‘sto cavolo di post”, tanto loro non lo leggeranno mai e se anche lo facessero sarebbe un sollievo.
      Qui trovi quello dedicato ai miei genitori
      https://gemelligioielli.wordpress.com/2010/02/15/certi-nonni-e-certe-nonne-santie-subito/
      che guarda caso ricalca un po’ le tue paroleeeee! 🙂

      1. Lori io ti quoto alla stragrande:i miei già si vedevano poco per tommy,di Lucrezia mi hanno detto che gli faceva impressione e sono più di due anni che sono spariti.aria finalmente!!!

  6. Come ti ho scritto già sotto al mio post, avevo già letto il tuo sfogo e trovo un sacco di analogie tra il rapporto suocerale ed il mio.
    I miei suoceri sono a 900 km di distanza (Torino noi-Napoli loro). Non pagano il treno in quanto mio suocero è ex ferroviere ma non si fanno mai vedere o sentire, perchè per loro è stancante viaggiare. Noi invece lavoriamo, vedi tu!!
    Vabbè pazienza, Sante Subito le Nuore!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...